martedì 28 febbraio 2012

Buonanotte !


Tamara Lempicka
.
Mi sono fermato per un saluto….
Non voglio disturbare i tuoi sogni,
sarebbe un peccato per il tuo riposo,
non devi sentire i miei passi
-piano piano chiudo la porta !
Passando ti scrivo sull'uscio
'' Buona notte ''
perchè tu possa vedere
che ho pensato a te.


domenica 26 febbraio 2012

Forestiero in terra d'Egitto

 
 .
Mi chiamo Hassan
Ho 12 anni e vengo da un paese Africano.
Un missionario comboniano, un italiano
mi ha sottratto all’esercito dei bambini che, armati
combatte e uccide la gente dei villaggi.
Avevo un mitra, mi ha dato un libro.
.
.

Mi chiamo Hassan
e con mia madre ho attraversato il deserto
e poi il mare
ed ora sono qui, nel paese delle libertà….
qui, dove la gente ama i bambini e non uccide lo straniero
Sta scritto nella Bibbia,
il libro avuto in dono da un missionario italiano
Sta scritto li e dice…
.
.

"Non molesterai il forestiero né lo opprimerai
perché voi siete stati forestieri in terra di Egitto”
.
.
Io sono Hassan...
Fuggito dalla guerra e dalla fame
….e sono solo. 
 
(GSN)...

 

giovedì 23 febbraio 2012

Esilio di Alaide Foppa



Monet
.
Esilio
.
La mia vita
È un esilio senza ritorno.
Non ebbe casa
la mia errante infanzia perduta,
non ha terra
il mio esilio.
La mia vita navigò
su vascelli di nostalgia.
Vissi sulle rive del mare
guardando l’orizzonte
verso la mia casa sconosciuta
pensavo salpare un giorno
e il presente viaggio
mi lasciò ad altro porto di speranza.
E’ l’amore, forse,
la mia ultima baia?
Oh braccia che mi fecero prigioniera,
senza darmi riparo…
Anche dal crudele abbraccio
volli sfuggire.
Oh braccia fuggitive
che invano cercarono le mie mani….
Incessante fuga
e desiderio incessante
l’amore non è porto sicuro.
E non c’è terra promessa
per la mia speranza.
.
Alaide Foppa
.
.
CASPAR DAVID FRIEDRICH (1774-1840)

lunedì 20 febbraio 2012

LEAH GOLDBERG (1911-1970)

Ecco un poeta che non conoscevo. Cerco immagini per rappresentarne il pensiero, provo...

 .
Chagall - l'ebreo errante
.
Lea Goldberg -(1911-1970)
 .
Di origini ebraiche nasce nel 1911 a Konigsberg, nella Prussia Orientale e trascorre infanzia e adolescenza a Kovno, in Lituania. A sedici anni pubblica la sua prima poesia in lingua ebraica. Studierà poi a Berlino e a Bonn. Nel 1935 si stabilisce definitivamente a Tel Aviv e nello stesso anno pubblica il suo primo libro. Nel 1954 diventa docente di letteratura presso l'università ebraica di Gerusalemme. E' autrice di romanzi, poesie, commedie e saggi. Goldberg che parlava sette lingue ha tradotto numerose opere straniere in ebraico. Muore nel 1970.
 .
(dal Bolg BiancheggiandoChagall
.

VERSO DI ME

Di memorie d'amore
gli anni hanno adornato il mio viso
segnandomi i capelli di lievi filigrane grigie:
son diventata così bella

Paesaggi riflessi
nel mio sguardo
strade percorse
han marcato i miei passi

Se ora mi vedessi
non troveresti il tuo passato.
Torno a me
con un volto che invano cercasti
quando ti venivo incontro.
.
Chagall
.
.

sabato 18 febbraio 2012

mercoledì 15 febbraio 2012

Ich bin ein Berliner... ... ... ''Ich bin ein Grieche''


.
Il presidente degli Stati Uniti d'America John Fitzgerald Kennedy durante il proprio discorso tenuto a Rudolph Wilde Platz, di fronte al Rathaus Schöneberg il 26 giugno 1963 disse :
 .
« Duemila anni fa l'orgoglio più grande era poter dire CIVIS ROMANUS SUM (sono un cittadino romano). Oggi, nel mondo libero, l'orgoglio più grande è dire ''Ich bin ein Berliner'' Tutti gli uomini liberi, dovunque essi vivano, sono cittadini di Berlino, e quindi, come uomo libero, sono orgoglioso delle parole  "Ich bin ein Berliner"
 .
Oggi, a distanza di anni, ora che la Germania è riunita, davanti alla crisi della Grecia che devasta gli uomini e le donne di quel paese ... sento di poter dire:
 .
''Ich bin ein Grieche''
  Είμαι ένας Έλληνας
.

martedì 14 febbraio 2012

sabato 11 febbraio 2012

Neve ...

 Jean George Beraud  Biografia,
.
 Ha ripreso a nevicare.
È quasi una bufera.
Si sta bene davanti al camino
.
I pensieri corrono alle famiglie
di montagna.
.
Ho gettato il sale all'ingresso
domani dovrò pur uscire...
andrò a messa
poi non so...
La neve porta i ricordi dell'infanzia
e la mia Zurigo
il tram che sferraglia nel silenzio
sottocasa
le anatre del lago
.
Amavo camminare nella neve...
.

venerdì 10 febbraio 2012

Neve !

Donne nella neve che portano sacchi di carbone - 1882 - Vincent van Gogh - Kröller Müller Museum, Otterlo 

.

Stasera il tetto della notte è buio 
 Un freddo gelido scende dall'Appennino
Il meteo annuncia bufere di neve ma le scuole e gli uffici comunali domani resteranno aperti 

Poi si vedrà,dicono
Speriamo bene !
.

mercoledì 8 febbraio 2012

GARCIA LORCA

georg pauli

-

"Il mio cuscino mi guarda di notte
con durezza come una pietra tombale;
non avevo mai immaginato che tanto amaro fosse
essere solo
e non essere adagiato nei tuoi capelli."

.
GARCIA LORCA

.

Georg Pauli - Wikipedia

martedì 7 febbraio 2012

Appunti ...

Il giudizio finale)
.
Secondo il filosofo e antropologo francese René Girard i Capri espiatori - sono finiti: o scegliamo la non violenza oppure la guerra nucleare, il terrorismo, i disastri ambientali generati dall’uomo finiranno per distruggerci’’
.
‘’Immanuel Kant , il filosofo tedesco, quello della …..
Critica della ragion pura, ,….conduce l'ambizioso progetto filosofico di "tradurre le dichiarazioni metafisiche dell'escatologia cristiana in una sorta di escatologia trascendentale".
‘’Per Kant l'antica profezia apocalittica di San Giovanni prefigura in simboli e immagini il limite estremo della stessa attività del pensare, delineando la struttura paradossale di un "concetto con cui, al tempo stesso, l'intelletto ci abbandona e, addirittura, ha fine ogni pensiero’’.
.
Per Renè Girard ‘’ oggi la verità è esplosiva ……e i testi cristiani , in particolare i testi apocalittici si adattano in maniera impressionante alla realtà attuale ovvero alla confusione tra i cataclismi generati dalla natura e i disastri causati dagli uomini, una confusione tra il naturale e l’artificiale. ( è di queste ore l’allarme per Uragano Gustave di altri che in questa stagione si succedono sempre più violenti nel sud degli Stati Uniti)
.


Trittico delle Tentazioni di sant'Antonio - Wikipedia 

.

Non vogliamo vedere, dice René, le nostre responsabilità nelle minacce e nelle possibilità di distruzione che pesano su di noi… non ci fa comodo…
La nostra civiltà è più creatrice e potente che mai, ma anche più fragile e più minacciata poiché non dispone più della protezione del ‘’religioso arcaico’’( Il sacrificio violento di un capro espiatorio)
.
Secondo Girard stiamo arrivando a un mondo in cui ci troveremo posti davanti all’alternativa cristiana. Il regno di Dio o la distruzione totale, la riconciliazione o niente.
Gli uomini cercano scappatoie per non vedere ciò che è loro imposto, per non essere pacifici, per non incontrare l’altro. Il cristianesimo, Secondo Girard , è l’unica utopia che dica la verità su questa situazione. O gli uomini la realizzeranno rinunciando alla violenza o si autodistruggeranno. Sarà la violenza assoluta oppure la pace…
.
Il buffo di tutto questo è che il futuro è in mano alla mia generazione, a quella generazione che nel 1968 saliva sulle barricate per portare l’immaginazione al potere.

.

hieronymus Bosch



Pëtr Il'ic Cajkovskij 
(Votkinsk, 7 maggio 1840 San Pietroburgo, 6 novembre 1893), 
Suite dal balletto "Lo Schiaccianoci".
.

Alfonso Gatto - A mio padre

 .
Oggi, 6 febbraio, 
anniversario della morte di mio padre...
Aveva trentatré anni, io meno di sette.
L'abbiamo ricordato durante la messa vespertina.
Poca gente,...
Le solite donne
nella cripta romana della Chiesa Cattedrale
Il silenzio

 .
A mio padre
 .
Se mi tornassi questa sera accanto
lungo la via dove scende l’ombra
azzurra già che sembra primavera,
per dirti quanto è buio il mondo e come
ai nostri sogni di libertà s’accenda
di speranze di poveri di cielo,
io troverei un pianto da bambino
e gli occhi azzurri di sorriso, neri
neri come rondini del mare.
 .
Mi basterebbe che tu fossi vivo,
un uomo vivo col tuo cuore è un sogno.
Ora alla terra è un’ombra la memoria
della tua voce che diceva ai figli:
“Com’è bella la notte e com’è buona
ad amarci così con l’aria in piena
fin dentro al sonno” Tu vedevi il mondo
nel plenilunio sporgere a quel cielo,
gli uomini incamminati verso l’alba.
.

Alfonso Gatto

.

Ottone Rosai - Wikipedia

lunedì 6 febbraio 2012

Cerco una Parola di speranza



Cristo Pantocratore

Ho trovato una Parola che attraversa i secoli per giungere fino a me, uomo di questo tempo fatto di giorni difficili e (per molti, specie se giovani)senza futuro. Il Cristo dice:
.
Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 14,6-14.

Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere. Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre. Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

Gauguin

venerdì 3 febbraio 2012

Dal Bolg akatalēpsía - Gary Snyder - da The Gary Snyder Reader


 .
Ascolta
dietro il silenzio
c'è un mondo che respira
Respira un mondo sconosciuto
dentro il tuo silenzio

Parla con lui
e svela quell'arcano
di riso e foglie
oltre il tuo balcone
.
Coraggio
dammi una mano
e libera il silenzio
.
Senza parole
saremo terra di confine
(ricca di fuoriusciti
e di ricordi da evocare)
Saremo ciò che torna
e ciò che non ha voglia di partire
.
Ogni silenzio è un dono
un dono da scambiare

,
Gary Snyder
da The Gary Snyder Reader
Prose, Poetry, and Translations

giovedì 2 febbraio 2012

Wiesława Szymborska, Piccole cose (1962)

.

« Nulla è cambiato.
Il corpo trema, come tremava
prima e dopo la fondazione di Roma,
nel ventesimo secolo prima e dopo Cristo,
le torture c'erano, e ci sono, solo la terra è più piccola
e qualunque cosa accada, è come dietro la porta »

(Wisława Szymborska, Torture)
"La Pologne? La Pologne? Dev'esserci un freddo terribile, vero?" mi ha chiesto, e ha tirato un sospiro di sollievo, infatti sono saltati fuori tanti di quei paesi che la cosa migliore è parlare del clima.
"Oh Signora" vorrei risponderle "i poeti del mio paese scrivono in guanti.
Non dico che non se li tolgano mai; quando la luna scalda allora sì. In strofe composte di grida tonanti, perché solo questo penetra attraverso il mugghio della tempesta, cantano l'esistenza semplice dei pastori di foche.
I classici incidono con ghiaccioli d'inchiostro su cumuli di neve. Gli altri, i decadenti, piangono sul destino con stelline di neve. Chi si vuole annegare deve avere una scure per fare un buco nel ghiaccio.
Oh, Signora, mia cara signora!"
È così che vorrei risponderle.
Ma ho dimenticato come si dice foca in francese.
Non sono sicura del ghiacciolo e del buco nel ghiaccio.
"La Pologne? La Pologne? Dev'esserci un freddo terribile, vero?"
"Pas du tout" rispondo glacialmente.

Wiesława Szymborska, Piccole cose (1962); traduzione di Pietro Marchesani

mercoledì 1 febbraio 2012

cade la neve...


Norberto
.
cade la neve...
 .
fiocchi che danzano, che odeggiano,
che attraversano l'orizzonte dei lampioni, 

sfiorano i monumenti, li accarezzano dolcemente...
sembrano farfalle che giocano
sotto il soffitto della notte 
rosso cenere.