giovedì 26 dicembre 2013

SIMONE WEIL - MEDITAZIONI SULL'OBBEDIENZA E SULLA LIBERTÀ [1937]


Aldo Borgonzoni
Aldo Borgonzoni

La sottomissione dei molti ai pochi, questo dato fondamentale in quasi tutte le organizzazioni sociali, non ha mai cessato di sbalordire tutti coloro che ci riflettono un poco. Noi assistiamo in natura al fatto che il peso più gravoso ha la meglio sul peso meno gravoso, al fatto che le razze più prolifiche soffocano le altre.
Nel campo umano questi rapporti così chiari sembrano essere rovesciati.
Noi certo sappiamo, in base a un'esperienza quotidiana, che l'uomo non è un semplice frammento della natura, che ciò che si dà di più elevato nell'uomo, cioè la volontà, l'intelligenza, la fede, produce ogni giorno delle specie di miracoli.
Ma non è questo ciò di cui si tratta qui.
La necessità spietata che ha mantenuto e mantiene in ginocchio le masse di schiavi, le masse di poveri, le masse di subordinati, non ha nulla di spirituale; essa è del tutto analoga a ciò che c'è di brutale nella natura.
Tuttavia, tale necessità si esercita apparentemente in virtù di leggi contrarie a quelle di natura. Come se, nella bilancia sociale, il grammo avesse la meglio sul chilogrammo.

Simone Weil



Aldo Borgonzoni
Aldo Borgonzoni

Forestiero in terra d'Egitto

(Centro di identificazione ed espulsione)

Mi chiamo Hassan
Ho 12 anni e vengo da un paese Africano.
Un missionario comboniano, un italiano
mi ha sottratto all’esercito dei bambini che, armati
combatte e uccide la gente dei villaggi.
Avevo un mitra, mi ha dato un libro.

Mi chiamo Hassan
e con mia madre ho attraversato il deserto
e poi il mare
ed ora sono qui, nel paese delle libertà….
qui, dove la gente ama i bambini e non uccide lo straniero
Sta scritto nella Bibbia,
il libro avuto in dono da un missionario italiano
Sta scritto li e dice…
"Non molesterai il forestiero né lo opprimerai
perché voi siete stati forestieri in terra di Egitto”


Io sono Hassan...
Fuggito dalla guerra e dalla fame
e sono solo.


(Giovenale Nino Sassi)

1 commento:

piabrl ha detto...

E' BELLO POTER ESSERE LIBERI, LA LIVERTA' HA UN GRANDE VALOREl .......
Buon anno e che il 2014 ci permetta di affrontare, superare e abbattere tutte le preoccupazioni....