lunedì 31 maggio 2010

Stefania Calledda

Monet


Lettera prima della partenza


Ed ora che ho lasciato le mie valigie sull’uscio,

mi riesce ancora così triste

la tua incapacità d’amarmi,

la tua fuga da ogni

sentimento reale,

la tua indolenza.

Sul fondo del dirupo

la tua assenza

mi lacerava ed ancora mi ferisce.

Che cosa ti rimarrà di me,

se non una corona di spine?

Stefania Calledda, 30 maggio 2010

2 commenti:

manu' ha detto...

Ciao Nino,in questi giorni sbirciando tra i miei libri ne ho trovato uno piccolo che non ricordavo di avere letto,oggi l'ho finito:"Storia di Tonle"di Mario Rigoni Stern.
Mai la storia mi e' sembrata cosi vicina ed emozionante come raccontata da questo uomo cosi vicino alla natura!ciao

Nome : Giovenale Nino Sassi ha detto...

Grazie Manù per la segnalazione. Domani vado in libreria per acquistare il libro di Stern.
Ti auguro una serena settimana... Ciao