martedì 19 agosto 2008

Biagio Marin


Biagio Marin, un poeta che non conoscevo, che leggo per la prima volta grazie a Akatalepsia , il bellissimo Blog di Clelia Mazzini
.
BRUCIA IL MONDO
.
Brucia il mondo
come un bosco in agosto;
urla nel vento
di giorno e di notte la guerra;
gli uomini ammazzano i loro fratelli
e trema la terra.
Io, guardo le stelle nei cieli,
alle nuvole d'oro, che il vento disperde,
all'ultimo raggio verde che
incanta la Terra.
Eterni sono i mondi celesti,
più eterni sono i cieli ed i grandi pensieri.
Quando tacciono i cannoni e le bombe
fa tanto silenzio sul mondo,
e l'erba continua a fiorire,
sereno si dilata il cielo profondo,
il sole torna biondo,
come ogni giorno.

1 commento:

AnaMar ha detto...

eternos também são os afectos com que moldamos o Mundo.
Um beijo, Nino.