giovedì 11 settembre 2008

Genesi di una poesia - Domani o domani dopo


Chagall - Poeta
.
Premessa
.

Per me è poesia ! proseggiata come nei testi, alcuni, di Eliot ma pur sempre poesia.
Non proprio Eliot, naturalmente !
Ne sono talmente convinto che decido di pubblicarla.
Per il mio piacere…il vostro non so.
Potrei mettere ordine al testo … modificare il singolo rigo con un andare a capo ‘’intelligente’’. (potrei farlo, che dite ? forse, vediamo come viene)
In verità a me piace così: una prosa/ poesia estrapolata da ‘’ Autoritratto’’.
Si tratta di un testo ‘’sorgente ‘’… una sperimentazione che avrà un seguito, credo .
.
Grazie per avermi ascoltato


Clagall - Il violinista
.
Domani o domani dopo
.
Partirò domani o domani dopo, alla ‘’deriva’’,
in cerca di un refolo di vento.
Pensieri incartati, deboli, raccolgono la sera:
questa sera immobile avvolta nel silenzio…..
il sartiame non regge l’albero
.
E’ stato, il mio, un andare di terre in terre;
un andare fatto di salite e discese ,
di rare ombrose pianure, deserto.
Un andare in cerca della terra che non c’è
che poi è l’orizzonte dei giorni che si succedono,
inarrestabili.
.
Albe e tramonti;
giorni che muoiono per risorgere sempre nuovi…
bellissimi !
.
La bellezza ?!
cercare tutto ciò che è vero, che è giusto,
cercare la bellezza per amare.
Ecco, l’amore è la grande sfida.
.
Il sartiame della mia imbarcazione
provato dalle tempeste non regge l’albero e
la vela, strappata dal vento degli oceani
richiede cure.
.
Riprenderò il viaggio domani o domani dopo,
alla ‘’deriva’’, in cerca di un refolo di vento.
.
Userò la scassa …...
andrò via con la randa e il fiocco
verso l’ultimo orizzonte
in cerca della terra che non c’è …
ma irraggiungibile c’è ….
la verità, la giustizia, la bellezza,
l’amore per la gente e le cose.
.
Andrò in cerca della Terra promessa...
un luogo irraggiungibile,
sempre all'orizzonte degli anni che passano.
.
Per uno che crede e riesce ad attendere,
la terra è davanti,
oltre il deserto dei giorni, delle rare pianure,
delle salite e delle discese.
E' davanti,
lungo la linea dell'ultimo irraggiungibile orizzonte.
.
(Giovenale Nino Sassi)

2 commenti:

Iveta ha detto...

"(...)
andrò via con la randa e il fiocco
verso l’ultimo orizzonte
in cerca della terra che non c’è …
ma irraggiungibile c’è ….
la verità, la giustizia, la bellezza,
l’amore per la gente e le cose."

Busca incessante onde nao pode faltar: fé, esperança e caridade!
um beijo

Giovenale Nino Sassi ha detto...

sim, Iveta, fé, esperança e caridade, especialmente da Caridade viver em nós, .... acompanhar os passos que se seguem ...
Deus é bom e não abandonar ...