lunedì 22 settembre 2008

Piero Chiara - La casa Zanella

Monet : Impressione. Sole nascente
.

LA CASA ZANELLA
.
Sono nato all’ultimo piano di una vecchia casa di Luino, in via Felice Cavallotti, dentro una stanza senza riscaldamento e senza luce elettrica. Era il 23 di marzo 1913 e la primavera quell’anno doveva essere in ritardo al mio paese, perché appena nato, trovandomi freddo come una rapa, una mia zia mi riscaldò i piedi al fuoco del camino, acceso la prima volta in tutta l’invernata. Fu, quella di via felice Cavallotti, la mia prima casa, un piccolo regno, perché oltre la stanza nella quale ero nato, aveva una ventina d’altri locali su diversi piani, in gran parte vuoti o con armadi chiusi lungo le pareti. Casa Zanella, veniva chiamato dai vecchi quel palazzetto del ‘700, con l’ingresso davanti al porto e al sommo di una doppia scalea di granito rosa….
.
Da Piero Chiara, La casa, la vita, in AD. Giorgio Mondadori Editore, Milano, maggio 1981.
.
….la prima casa, quella che avrebbe dovuto essere l’unica, la casa di tutta la vita, resta il palazzotto sei o settecentesco di via Felice Cavallotti, dove Luino o meglio il mondo incomincia per chi viene dal lago, con la casa Zanella dalle inesplorate soffitte e dalle profonde cantine a livello del lago, dove sono rimaste care, tenaci ombre, che il vento traversa ma ancora non riesce a disperdere.
.
Da Piero Chiara, Di casa in casa, la vita, in La Rotonda, Almanacco Luinese 1984. Francesco Nastro Editore, Luino.

1 commento:

Caterina ha detto...

salve poeta! son passata a fare un saluto. sono appena tornata da valencia e mi fa un gran freddo eheh